Lun - Ven: 8 - 12 | 14 - 20 Sabato | Domenica - CHIUSO
30027 San Donà di Piave (Venezia)
blog-rc-therapy

RC Therapy

umidità-articolazioni

Umidità e Dolori alle Articolazioni: Come Combattere i disturbi del “cattivo tempo”

L’uomo fin dall’antichità ha percepito che il clima metereologico influisce, oltre che sull’umore, anche sul proprio stato di salute fisica.

Quanti di noi anticipano l’arrivo del brutto tempo di qualche ora, lamentando dolori alla spalla, alla schiena o ad un ginocchio?

anca-artrosi

Foto di nutricia.it

Umidità, basse temperature e clima piovoso (ma anche il caldo afoso) possono determinare in molte persone l’insorgere di problematiche legate a patologie particolari come l’artrosi e l’artrite (patologia che, avendo un nome simile all’artrosi, viene spesso confusa con quest’ultima) che, in climi più miti, possono magari restare silenti per anni.

L’artrosi è infatti quella degenerazione che interessa le strutture articolari dell’essere umano a cominciare dai 40 anni di età. Le articolazioni più interessate sono quelle più soggette a sovraccarico od usura, come la parte bassa della colonna vertebrale, le ginocchia, l’anca o le mani che subiscono, col passare degli anni, dei cambiamenti strutturali significativi.

L’artrite è invece una patologia infiammatoria vera e propria e di origine autoimmune, che coinvolge tutte le articolazioni (ma prevalentemente le più piccole come mani, polsi e caviglie) in persone, soprattutto donne, di tutte le età e che si manifestano con episodi acuti in un decorso cronico. Tra le più frequenti si ricordano l’Artrite Reumatoide, la Spondilite Anchilosante ed il Lupus Eritomatosus sistemico.

Le modalità con le quali i fattori climatici influiscano sulla sintomatologia sono ancora oggetto di teorie ancora tutte da dimostrare, ma il loro effetto sui soggetti affetti da patologie come l’artrosi o le varie forme di artrite risulta indiscutibile.

Come possiamo tentare di ridurre l’incidenza dei fattori climatici sui nostri dolori alle articolazioni?

Ecco alcuni suggerimenti utili:

1. 🥗 Cerca di mantenere una dieta equilibrata. Un regime alimentare che fornisca le giuste proporzioni tra grassi, proteine e zuccheri consente di salvaguardare meglio le componenti delle articolazioni muscolo-scheletriche e limitare quindi gli effetti delle quasi fisiologiche degenerazioni.

2. 🏃🏻‍♂️ Pratica l’esercizio fisico in maniera sistematica, in modo adeguato alla propria condizione psico-fisica. L’attività fisica praticata a qualsiasi età e seguendo le indicazioni del Medico o del Fisioterapista, consente di mantenere un buon tono muscolare, delle articolazioni più flessibili e delle ossa più resistenti. Ciò consentirà di sviluppare più precocemente i fenomeni artrosici, di ridurre gli effetti di una patologia artritica e di ridurre il rischio di cadute.

3. 🍽 Limita l’aumento del peso corporeo. Se viene seguita una dieta equilibrata e si pratica attività fisica, si evita di ingrassare e quindi di sovraccaricare le strutture muscolo-scheletriche ed articolari. Colonna vertebrale, ginocchia e caviglie sono infatti le strutture anatomiche più a rischio nei soggetti in sovrappeso.

4. 💧Mantieni un’idratazione abbondante. Bere a sufficienza consente di idratare le strutture cartilaginee che con l’avanzare dell’età si inaridiscono e riducono quindi le loro funzioni di ammortizzamento. L’apporto quotidiano di liquidi, che normalmente varia da 1,5 a 2 litri al giorno, dovrebbe proporzionalmente aumentare nei periodi più afosi e durante gli sforzi fisici più intensi.

5. 🧥 Proteggi il tuo corpo dal clima “pericoloso”. Il consiglio di vestirsi in maniera adeguata quando si esce all’aria aperta e/o si pratica attività sportiva vale per tutti, non solo per chi soffre di artrosi, malattie reumatiche ed artritiche.

6. 🧣L’abbigliamento a strati o “a cipolla” permette di gestire la temperatura corporea e ridurre velocemente l’umidità dai tessuti in condizioni di bassa temperatura o, al contrario, di caldo afoso. Maglie in microfibra, di lana o di pile ed una in tessuto impermeabile permettono di stare all’aperto anche d’inverno e ridurre le conseguenze che basse temperature possono portare a soggetti a rischio per artralgie. Indumenti traspiranti consentono invece, con temperature anche molto elevate, di evitare sudorazioni troppo abbondanti e quindi la disidratazione.

⚠️ Non trascurare i dolori articolari oppure i segni di infiammazione o di limitazione funzionale delle articolazioni. Convivere con dolori cronici o limitazione nei normali movimenti dei vari distretti anatomici rischia di portare a condizioni di salute sempre peggiori, con limitazioni delle attività di vita quotidiana, lavorativa e sportiva sempre più accentuate.

Consulta subito il Medico o il Fisioterapista per diagnosticare, curare e prevenire i malanni articolari.

Anche se non è tutti i giorni “una brutta giornata” per le nostre articolazioni, con po’ di accortezza possiamo mantenerci in buona salute anche col brutto tempo!

Anche tu hai questi problemi?

Ti offriamo una VALUTAZIONE GRATUITA senza troppa attesa.

Scrivici per prendere un appuntamento. Ti ricontatteremo entro 48 ore.